Qui inizia la barra di navigazione, saltala Home Artisti Eventi e Notizie Pubblica gratis In Vendita

Ultimi Aggiornamenti

Patxi Xabier Lezama Perier - Sculture della mitologia basca

Matrone Luigi - Treno

Salvatore Fiumanò (Valò) - opere

Gisvelto Mele - GEODE SCULTURA

Ennio Gaspari - Opere

Egidio Addesse - Arte Contemporanea Moderna Mostra pittura Ferentino Anagni Alatri Veroli Fiuggi Frosinone Regione Lazio

Max Loy - RITRATTI

Giuseppe Figliuzzi - paesaggi neoespressionisti,informali,gestuali.

vivonatura.it
Le più votate
 
 
 
 
 
 
loading...
Artista in Evidenza

Max Loy 

Max Loy nasce a Pistoia nel 1950, terminati gli studi classici inizia l’attività nel 1968. Sperimenta varie tecniche e conosce varie stagioni pittoriche alla ricerca di una sintesi comprensiva di molte esperienze. Dalla pittura materica dei primi anni passa gradualmente all’uso diluito del colore ad olio, specializzandosi nella velatura. Temi ricorrenti sono il paesaggio idealizzato, psicologico, d’invenzione, d’impronta surreale o metafisica e l’attenzione alla donna, sempre protagonista in tutti i suoi dipinti come è protagonista la luce avvolgente, che sfuma le distanze invitando all’abbandono ed al sogno ed elemento di continuità in tutta la quarantennale produzione, fino all’attualità. Parallelamente al primario interesse per la pittura, Max Loy estende la sua attività anche nel campo della scultura, dell’ebanisteria e della letteratura. Nell’anno 1980 pubblica a Cagliari il romanzo “il Viaggio” che tiene a battesimo l’articolata produzione letteraria che, dopo l’anno 1990, diventa impegno costante. Nel 1986 si trasferisce da Roma a Pistoia, dove abita attualmente. Dall’87 al 94, abbandonando temporaneamente la pittura, si dedica alla realizzazione di sculture, mobili esclusivi e arredamenti. Insegna pittura, nel suo studio di Pistoia, e per due anni modellatura a Villa Ancuri, Montecatini Terme. Nell’anno 2000, dopo un trentennale innamoramento della rappresentazione figurativa, dove ha modo di provarsi a lungo anche come copista e ritrattista, inaugura una nuova produzione che intitola “DEXTRA ET SINISTRA PARS MENTIS”: razionalità ed emotività, destra e sinistra facoltà della mente, danno vita a composizioni fantastiche che evocano il mondo, senza più descriverlo, suscitando miraggi con un fraseggio che ammicca all’astratto. La realizzazione di film documentari è il suo recentissimo interesse. 

Eventi e Notizie

L'arte scultorea al servizio delle eccellenze abruzzesi.

Il modo migliore per presentare un territorio, è fondere le eccellenze che lo caratterizzano.

Nasce in questo modo l'idea da parte di Riccardo Di Ienno e Georg Reinking, scultori della pietra e del ferro, di unire l'arte scultorea con l'eccellenza della produzione vinicola abruzzese.

[leggi la notizia]

Ultimi Artisti Aggiunti

Patxi Xabier Lezama Perier 

Patxi Xabier Lezama Perier, scultore nato a Zalla nel 1967, dove ha vissuto, studiato e lavorato. Una città ben nota soprattutto per la sua mitologia in cui le superstizioni erano diffuse in esseri soprannaturali maligni, stregoni e stregoneria, così i nativi di Zalla sono chiamati stregone. La matrice di base primitiva vibrò nelle viscere più intime di questo artista che ha cercato per molti anni di far conoscere la mitologia basca attraverso le sue sculture di ferro, pietra e legno, trasmettendo e risolvendo, oltre a fornire una parvenza a questo tipo di immaginario sovversivo Mondo sotterraneo, assumendo sistemi di valori che vanno oltre il visivo, da una prospettiva storica e culturale di un'antica mitologia ereditata dal passato che trasmette alle generazioni future. 

Matrone Luigi 

Matrone Luigi è un pittore contemporaneo, con una consolidata formazione artistica legata agli impressionisti, che ha acquisito da autodidatta negli ambienti di Torre Annunziata e di Arcore. Il furor di quest'artista si esprime in una costante e severa sperimentazione e ricerca, che sfocia in un'autentica passione per l'arte ed esplode in un ritmo cromatico vivace e talvolta nostalgico, con toni luminosi entusiasmanti, che emozionano l'animo di chi guarda le sue opere. Le sue rappresentazioni paesaggistiche o rurali, trasmettono un senso di quiete e tranquillitá,attraverso un meditato tonalismo coloristico. Nelle sue opere emergono la ricerca costante delle impressioni istantanee, dell'attimo fuggente e la riflessione sulla realtà che muta continuamente, espressi dall'artista in un'espolosione di un energico movimento, che fanno catapultare l'osservatore in un mondo felice e allegro, dove si vive bene. 

Salvatore Fiumanò (Valò) 

La sua musa ispiratrice lo trasporta in valori cromatici e traspare chiaramente il sentimento che lo ispira.
E'un artista che segue da solo un cammino infaticabile nella sua solare ricerca che trasferisce e fissa a spatola sulla tela le proprie percezioni creative.

Per me la pittura non è solo disegno e colore, ma è concetto, realizzazione, per questo sento l'esigenza di spaziare in varie "tematiche".